Un nuovo edificio al centro del Quartiere della Creatività

Con il progetto Corte Verde Stefano Boeri Architetti in partnership con Arassociati Studio di Architettura, Edillombarda e AG&P – ha vinto il concorso per il lotto San Cristoforo nell’area sud-occidentale di Milano. Obiettivo: creare continuità tra la zona Tortona/Porta Genova - nota per i comparti fashion e design - e l’area residenziale e turistica lungo l’asse del Naviglio Grande.
0

Abito a San Cristoforo da oltre vent’anni. È un angolo di Milano che amo profondamente e che corrisponde appieno alla mia idea di vita a “misura d’uomo”, in città.

La presenza del Naviglio Grande, come fonte di energia e via di trasporto, ha segnato il destino industriale della zona sin dai primi dell’Ottocento con la Richard Ginori e piccole fabbriche a conduzione famigliare. Molto è successo nel corso degli anni, le fabbriche hanno chiuso abbandonando la zona a un degrado residenziale e sociale non indifferente ma le riconversioni, le ristrutturazioni e il cambio generazionale che sono seguiti hanno portato ad una riqualificazione tangibile del territorio aperta a ulteriori trasformazioni.

Con il progetto Corte Verde Stefano Boeri Architetti in partnership con Arassociati Studio di Architettura, Edillombarda e AG&P – ha vinto il concorso per il lotto San Cristoforo un’area che si sviluppa tra la Ripa dell’Alzaia del Naviglio di Porta Ticinese e si allunga verso nord in direzione Piazza Napoli, coinvolgendo la linea Milano-Mortara di RFI Rete Ferroviaria Italiana e gli attigui scali merci, ormai dismessi.

L’idea ruota attorno a un unico edificio posto al centro di una corte aperta, tra un parco pubblico di verde e di percorsi, in cui l’elemento vegetale si integra perfettamente con il costruito.

«Morfologicamente, l’edificio si sviluppa con una forma ascendente a spirale, a partire da una zona più bassa a sud, segnata da un grande portale di accesso, la cui copertura cresce con un andamento continuo. I pannelli fotovoltaici a elevate prestazioni energetiche che la rivestono interamente definiscono anche un tema espressivo e cromatico di grande impatto. Giunta alla quota di colmo, sul lato sud est del fabbricato, la copertura piega in verticale lungo la parete meridionale, amplificando l’effetto percettivo. Le tre facciate principali sono scandite da un sistema alternato di balconi sviluppati per ospitare piante e alberi ad alto fusto, mentre sul lato interno alla corte una trama di logge genera una “scacchiera” di pieni e di vuoti, garantendo un elevato apporto di illuminazione naturale degli spazi interni e amplificando nello stesso tempo il legame visivo tra interno ed esterno dell’edificio.»

Spiega Stefano Boeri, «Una casa a corte come nella tradizione lombarda, al centro di uno spazio verde che collega due parti di città oggi separate. Il nostro progetto per San Cristoforo è un omaggio a Milano, alla forestazione urbana e al sistema delle acque che solcano il nostro territorio.»

Sicuramente un progetto importante, per ridare vigore a spazi carichi di storia e memorie, in continuità con la zona Tortona-Porta Genova – già nota per i comparti fashion e design – e l’area residenziale e turistica lungo l’asse del Naviglio Grande.

Crediti

Progetto:
Stefano Boeri Architetti s.r.l.
Partner and Founder: Stefano Boeri
Supervisor: Corrado Longa
Team: Francesca Da Pozzo, Moataz Faissal Farid, Laura Di Donfrancesco, Giovanni Nardi

Arassociati Studio di Architettura
Partner and Founder: Marco Brandolisio, Giovanni da Pozzo, Massimo Scheurer, Michele Tadini
Supervisor:Francesca Romanò,
Team: Luca Lazzari, Elena Raimondi

Landscape design: AG&P
Partner and Founder: Emanuele Bortolotti
Team: Mariagiusi Troisi, Igino Marchesin

Cliente: Edillombarda S.p.A.

www.stefanoboeriarchitetti.net | www.arassociati.it | www.agep.it

LEGGI ANCHE: Un itinerario spirituale alla Biennale di Architettura di Venezia

 

 

About author

Gabriella Steffanini

Gabriella Steffanini

Cresciuta professionalmente nel mondo dell’editoria e della comunicazione, oggi, con il progetto Fourexcellences, ha concretizzato un sogno. Attrice per hobby, yogi nell’anima e sportiva per vocazione, è un mix di caos, silenzio, musica, generosità, amore, amicizia, favole, vecchio, moderno, tablet, pc, libri e parole, parole, parole… Cosa saremmo senza? Si occupa di marketing e di digital web.

No comments