La coffa, un intreccio di culture e ispirazioni

La trovi tra le pagine del “Mastro Don Gesualdo” di Giovanni Verga e oggi è la “bag” estiva più amata dalle fashion victim. Un’idea Made in Sicily che valorizza l’artigianato locale.
0

La coffa – un tempo tradizionale cesta rurale siciliana utilizzata per dare il foraggio ai cavalli o come contenitore posizionato sui muli e sui carretti che attraversavano le trazzere – (ndr.: piste tracciate della campagna siciliana) – è un intreccio di fronde tenere, le “curine”, della palma nana, tipica pianta del Mediterraneo, sfruttata anche per fabbricare cappelli, ventagli, panieri, scope, stuoie e funi.

La terra siciliana è un fitto intreccio di storia, arte e cultura e il profondo rispetto e la valorizzazione delle proprie origini e tradizioni sono i punti di forza degli abitanti di quest’isola: magnifica, unica ed inimitabile.

La Paisart Artigianato Siciliano ne è uno degli esempi più concreti. Tutto ha inizio nel 2017 quando Olga e Paolo, madre e figlio, artigiani di Francofonte, Siracusa, decidono di trasformare la propria passione in un vera e propria attività.

Paolo lavora la ceramica. Paco Pala, in omaggio al fico d’india, è la linea di accessori in ceramica per la casa – lampade e contenitori – ma anche di gioielli: Paco Lumia, dedicata al frutto del limone, Paco Pala, al fico d’india, Paco Tarocco, all’arancia e Vajasindi, la nuova linea, che sostituisce la ceramica con perline e pietre.
Paolo ci racconta perché ha scelto come protagonista della sua linea il succulento fico d’india: «È una pianta forte e resistente tipica dei luoghi caldi e soleggiati, come appunto la Sicilia, la cui crescita vigorosa e le pale piene di spine, fungono da barriera protettiva naturale di selvaggia bellezza. I nostri lavori prendono forma pala dopo pala: una sorregge l’altra come un intenso abbraccio.»

La madre Olga, “la coffettara”, durante i lunghi pomeriggi silenziosi o gustando un caffè con le amiche, dà forma a veri e propri pezzi unici. Pietre, tessuti, cordoni, pizzi, merletti e qualsiasi altro oggetto sono per Olga una fonte d’ispirazione che si placa con la scelta del foulard e del nome, tassativamente femminile e siciliano, che identificherà la borsa.

Le coffe battezzate con il nome di una città siciliana sono invece decorate con materiale totalmente riciclato. Si va dalla vestaglia ereditata dalla nonna alla foto ricordo stampata su tessuto.

www.paisart.com | @paisart_artigianato_siciliano

LEGGI ANCHE: Africa Bags Collection, “handmade with love”

About author

Gabriella Steffanini

Gabriella Steffanini

Cresciuta professionalmente nel mondo dell’editoria e della comunicazione, oggi, con il progetto Fourexcellences, ha concretizzato un sogno. Attrice per hobby, yogi nell’anima e sportiva per vocazione, è un mix di caos, silenzio, musica, generosità, amore, amicizia, favole, vecchio, moderno, tablet, pc, libri e parole, parole, parole… Cosa saremmo senza? Si occupa di marketing e di digital web.

No comments

La cucina per sempre…

Il blocco cucina Blu Profondo è la nuova proposta di Officine Gullo, azienda toscana leader mondiale nella produzione di cucine. Metallo verniciato a fuoco Blu ...