Strategie fatali

0
strategie fatali 2018 teatro elfo puccini milano

Strategie fatali
Scritto e diretto da Lino Musella e Paolo Mazzarelli
Con Marco Foschi, Annibale Pavone, Paolo Mazzarelli, Lino Musella, Laura Graziosi, Astrid Casali e Giulia Salvarani

Dal 3 al 13 Maggio 2018 al Teatro Elfo Puccini

Ispirato all’omonimo testo di Jean Baudrillard, “Strategie fatali” della Compagnia Musella Mazzarelli, di passaggio all’Elfo fino al 13 maggio, è un testo complesso, tra il comico e il tragico, che appassiona più per la molteplicità dei personaggi abilmente interpretati che per l’intreccio narrativo, pretesto ed escamotage per affrontare temi antichi e moderni in una riflessione che coinvolge la natura stessa del Teatro.

La scena si apre e si chiude nella cornice di un vecchio teatro abbandonato, dove due improbabili investigatori sono alle prese col misterioso caso di un ragazzino scomparso. Nel mezzo, altre due storie: la vicenda di una compagnia teatrale impegnata nella messa in scena dell’Otello, fra vecchi e nuovi rancori e scomodi segreti, e quella di un non meglio identificabile trio partorito dalle elucubrazioni immaginifiche e grottesche del regista, durante le prime letture a tavolino.

Realtà virtuale e paura di vivere, bene e male, purezza e deviazioni sessuali ma anche attori che recitano personaggi che sono attori a loro volta impegnati nella recita di personaggi: sono molti gli input e i livelli di lettura di questo spettacolo che è anche un’attenta riflessione sul teatro, dove Paolo Mazzarelli – Otello – incarna l’archetipo dell’attore belloccio, il fenomeno commerciale capace di trascinare il pubblico a teatro, uno dei mezzi usati dal consumismo per tentare di fare del teatro una macchina da soldi e Marco Foschi – Iago – rappresenta la vocazione, la ricerca artistica che rispetto alle attuali logiche di mercato, non ha alcuna chance di sopravvivenza: «Finisce che, come lui, ti chiudi in teatro, ti ammattisci… e paradossalmente, in teatro, non ci lavori più.»

A fronte della definitiva vittoria della “società dello spettacolo”, ancora il vecchio teatro resta l’unico spazio dove l’umano con tutte le sue fragilità può trovare rifugio e una forma di riscatto. «Sei bella Sara (Desdemona), sei libera come un falco selvaggio, è per questo che ti si ama. Diglielo, diglielo a tutti. Andate a fare in culo, ok? Vai a fare in culo, Otello. Ogni essere umano è un puzzle del quale non sono visibili che pochi tasselli.»

–>Dal 3 al 13 maggio 2018 al Teatro Elfo Puccini oppure cerca l’evento che fa per te nel Calendario

About author

Babi Campi Falcone

Babi Campi Falcone

Mi occupo di teatro da una decina di anni e lavoro nell'ambito della comunicazione da qualche anno in più. Mi piace fotografare volti per strada. Mi piace costruire mobili. E mi piace leggere. Da Ariosto a Philip K. Dick, da Pinter a John Patrick Shanley. Ultimamente e inspiegabilmente - anche qualche libro sulla fisica quantistica e la teoria dell'universo olografico. Tra i viaggi più belli, 10 anni di psicoanalisi junghiana...

No comments

Masculu e Fiammina

Masculu e Fìammina

Masculu e Fìammina di e con Saverio La Ruina Collaborazione alla regia Cecilia Foti Musiche originali Gianfranco De Franco Produzione Scena Verticale Dal 13 al ...