Biancheria per la casa, capolavori di tessitura

Una storia tutta italiana quella di Gabel, iniziata nel 1957. Una family company, oggi proprietaria di quattro marchi - Somma 1867, Gabel 1957, Pretti e Vallesusacasa - che ha deciso di mantenere l'intera produzione nello stabilimento di Rovellasca in provincia di Como, dove si trovano la stamperia e la tintoria, e a Buglio in Monte in cui si svolge la tessitura. Una scelta di qualità, stile e sostenibilità ambientale che si evidenzia anche nelle nuove collezioni per l’Autunno-Inverno.
0

Somma 1867. E la memoria si apre sui ricordi d’infanzia quando durante l’inverno, nei giorni di freddo pungente, si estraevano dagli armadi le soffici e variopinte coperte di lana bordate in velluto.
150 anni di esperienza che si esprimono oggi in una serie di collezioni – declinate in completi lenzuolo, completi copripiumini , trapunte, plaid e coperte – capaci di esaltare la tradizione tessile italiana valorizzandone i materiali, la creatività, la squisita manifattura.

Tra le novità, un’edizione d’ispirazione vintage della collezione Oscar. I disegni propongono righe a zig zag, maestosi fiori stilizzati ed eleganti patchwork in colori decisi: dal color ocra al bordeaux fino al grigio, agli azzurri e al nero. Il raso da 120 fili al cmq è il tessuto protagonista. Tre i disegni coordinati per vestire il letto: Karo, Peony e Zago.

Armonia è l’inedito decoro che si inserisce nella collezione Impero: un tripudio di farfalle monocrome e stilizzate che danzano su tessuti dai colori neutri sia per il letto sia per la sala da bagno. Sono soggetti stampati su materiali unici e pregiati, con dettagli e finiture realizzate a mano.

Da sempre fiore all’occhiello del brand i plaid e le coperte di lana. Tra le innumerevoli novità: il plaid Soffio, realizzato in cashmere; Horizon, in lambswool di merino australiano 100%; Loto e Gleda realizzati in alpaca e poliammide per ottenere una texture morbidissima.

Le collezioni di biancheria per la casa firmate Gabel 1957

Da Gabel 1957, tante proposte per un look coordinato in tutti gli ambienti, a partire dalla camera da letto con piumini, completi copripiumino, lenzuola in caldo cotone e trapunte, coperte e plaids.

Arriva dal mondo delle pietre preziose l’ispirazione per la collezione Chromo Luxury. Un innovativo effetto stampa regala una “lucidità metallica” e una particolare morbidezza al tessuto. Sono sfumature di colore date dall’utilizzo di lacche eco-friendly ottenute grazie al knowhow delle maestranze della tinto-stamperia di Rovellasca, sede storica dell’azienda.

La collezione Naturae – una produzione totalmente sostenibile – si caratterizza per il tessuto: cotone grezzo non candeggiato, né sovratinto. Disponibile nei decori Acqua, Aria e Terra rappresenta raffinati fiori, delicate foglioline che proteggono dei boccioli e ancora rametti e fragili germogli. E nuovo è anche l’utilizzo di un materiale totalmente ecosostenibile: l’Ingeo TM utilizzato per l’imbottitura delle trapunte. L’IngeoTM deriva al 100% dal mais, una risorsa annualmente rinnovabile; è capace di offrire prestazioni uguali se non migliori – in termini di resilienza (spinta) e coibenza (potere isolante) – a quelle delle fibre sintetiche derivate dal petrolio. Morbida, ipoallergenica, isolante e traspirante la fibra IngeoTM, in mischia con la pura lana, assicura un comfort eccezionale tutto naturale, ad un prezzo accessibile.
Pensata per la generazione Z, la collezione Teen – che comprende lenzuolo, completo copripiumino e trapunta – propone disegni originali e colori vivaci. Altrettanto originale e grintosa la collezione Planet che restituisce, grazie alla stampa digitale, tutta la nitidezza di una fotografia.

Non poteva mancare un pensiero per i più piccoli. Con il marchio Trudi – di cui il Gruppo Gabel è licenziatario – sono oggi disponibili copripiumini, trapunte e spugne in tanti giocosi disegni.

www.gabelgroup.it

LEGGI ANCHE: Dal 1943: tovaglie, lenzuola, camicie… e altri piccoli lussi

About author

Laura Perna

Laura Perna

Dopo la laurea in filosofia conseguita presso l'Università Cattolica di Milano inizia il suo percorso professionale nell'area della comunicazione: uffici- stampa, relazioni pubbliche, editoria. Il suo rapporto con la scrittura è intenso e quotidiano. FourExcellences rappresenta un "punto e a capo", una svolta. È un'idea, poi un progetto che si trasforma in realtà day by day. È una dichiarazione d'indipendenza che condivide con le sue compagne di viaggio. È lo specchio di un mondo effervescente e creativo, la voce di infinite storie.

No comments

Bonaldo. “Big Table” disegnato da Alain Gilles. L’attenzione è puntata sulle gambe d’acciaio. L’inclinazione suggerisce un’idea di dinamismo e movimento. Qui nella versione marrone Corten. Il piano è realizzato in molteplici materiali e finiture. Disponibile anche nella versione allungabile.

Nuove geografie dell’abitare

Nata nel 1936 come attività artigianale specializzata nella lavorazione dei metalli, Bonaldo debutta al Salone del Mobile di Milano nel 1971. In un’immaginaria linea del ...