Passione, qualità, ricerca. Le parole chiave di 270 anni di attività

La ceramica in ogni sua forma. Dalle stoviglie, alle piastrelle, ai sanitari Villeroy & Boch ha sperimentato nei suoi quasi tre secoli di attività le innumerevoli possibilità espressive e funzionali della terracotta. Oggi si affiancano ad essa nuovi e interessanti materiali dalle qualità sorprendenti.
0

Quest’anno Villeroy & Boch festeggia 270 anni di attività. L’azienda, fondata nel 1748, ad Audun-le-Tiche in Lorena, dal francese François Boch insieme ai tre figli, è specializzata nella produzione di stoviglie in ceramica. Poi, nel 1767 a Septfontaines in Lussemburgo, avviene un cambiamento: inizia l’era dell’industrializzazione. Parallelamente il signor Nicolas Villeroy lavora la ceramica concentrandosi su materiali e processi innovativi: è tra i primi ad usare il carbone come combustibile e il rame per la decorazione dei prodotti.
Passione e differenti competenze portano Boch e Villeroy, inizialmente concorrenti, a fondare nel 1836 la Villeroy & Boch con una produzione che rapidamente conquista le tavole di tutto il mondo. Trent’anni più tardi, la società entra per la prima volta nel settore dell’edilizia con la sua fabbrica di mosaici e poi, quando l’acqua corrente in ogni casa diventa una realtà, l’azienda avvia una produzione in serie di ceramiche per sanitari.

In occasione del 270° anniversario l’azienda mette in palio 270 premi – per un valore complessivo di 15.000 Euro – coinvolgendo i più affezionati clienti, con un primo premio che porterà il fortunato, o fortunata, alla scoperta del Castello di Saareck a Mettlach in Germania, dimora storica della famiglia von Boch che, tra le sue mura, conserva la memoria storica delle famiglie Villeroy e Boch. Il concorso è aperto dal 15 agosto al 15 ottobre 2018, compilando il modulo che trovate a questo link: https://www.villeroy-boch.it/prodotti/arti-della-tavola/ispirazione/270anni/concorsoapremi.html

Tra le novità presentate durante lo scorso Salone Internazionale del Bagno
Antheus, design Christian Haas, è un connubio di storia e modernità. La collezione si compone di una vasca free-standing in Quaryl® – mix di quarzo e acrilico, brevetto Villeroy & Boch. I piani sono in marmo, Nero Marquina con le caratteristiche venature bianche. Completano i mobili, impiallacciati in vero legno, un mobile alto e profondo e uno laterale, in noce americana e in frassino nero, uno specchio tondo o uno ovale.
La linea Finion nel 2017 ha ricevuto due importanti riconoscimenti: l’iF Design Award – categoria bagni free-standing e il Red Dot Award Product Design – per il lavabo mobile. Disegnata da Patrick Frey, la collezione dal design delicato ed essenziale si ispira ai concetti di lusso ed eleganza per creare un’oasi di relax e benessere. I materiali impiegati, TitanCeram e Quaryl®, rendono possibile la realizzazione di pezzi dal design sagomato: dieci modelli di lavabo, proposti in tre colori. La vasca da bagno free-standing presenta una particolare illuminazione optional che sembra sospenderla. La collezione si completa di una serie di mobili modulari con i bordi dai dettagli sfaccettati. Memento 2.0 è un lavabo in TitanCeram, la nuova ceramica di feldspato, quarzo, argilla e biossido di titanio, robusta, pregiata e lavorabile per creare forme precise e filigranate. TitanGlaze è il nuovo smalto – composto da ossido di alluminio cristallino – colore bianco opaco resistente a urti e graffi. I lavabi d’appoggio della collezione Artis, sottili e delicati, realizzati in TitanCeram, sono proposti nella versione: rotonda, ovale, rettangolare e quadrata.
La nuova gamma di colori pop per la collezioni Artis, Squaro Edge 12, Finion, Antheus, Theano, La Belle e Loop&Friends. Un concetto sviluppato in collaborazione con la designer tedesco-danese Gesa Hansen che ispirandosi ai colori della natura e alle stagioni parigine, città in cui vive, ha dato vita a tre diverse tonalità di verde, giallo, rosa e blu e del nero-grigio.
Concludiamo con i piatti doccia Infinity, in Quaryl® e ceramica, possono essere tagliati su misura, anche in forme particolari, adattandosi a tutti gli ambienti. ViPrint è l’innovativa tecnologia Villeroy & Boch che permette di realizzare un piatto doccia ceramico con design grafici accattivanti. I piatti ceramici “da vestire” sono i “Subway Infinity”: 8 finiture che si abbinano alle piastrelle e che creano continuità tra la doccia e la parete (Inspired by Tiles). I nuovi decori s’ispirano a design ottici (Inspired by Geometry), alla natura (Inspired by Nature), alle storiche piastrelle reinterpretate (Inspired by Heritage).

www.villeroy-boch.it | www.salonemilano.it | #Salone2018 | #iSaloni | #villeroyboch

LEGGI ANCHE: Mise en place: suggerimenti per la prossima estate

About author

Gabriella Steffanini

Gabriella Steffanini

Cresciuta professionalmente nel mondo dell’editoria e della comunicazione, oggi, con il progetto Fourexcellences, ha concretizzato un sogno. Attrice per hobby, yogi nell’anima e sportiva per vocazione, è un mix di caos, silenzio, musica, generosità, amore, amicizia, favole, vecchio, moderno, tablet, pc, libri e parole, parole, parole… Cosa saremmo senza? Si occupa di marketing e di digital web.

No comments