Oltre i limiti, fuori dagli schemi

0

Queste sono le parole chiave del rilancio di Aleah, marchio bresciano specializzato nella produzione di caschi e maschere da sci e da snowboard. Dicembre è alle porte e la stagione invernale ci offre la possibilità di trascorrere qualche giorno sulla neve. Non c’è che l’imbarazzo della scelta tra tutte le nostre bellissime località turistiche. Un esempio? Quelle riunite sotto il cappello di Dolomiti Supersky, con 1.200 chilometri di piste, 450 impianti, 30 snowpark. Il brand, appartenente a Zanola Network, rete d’impresa con pluriennale esperienza nella costruzione di stampi per materie plastiche, nasce nel 2013 e deve il suo nome alla famosa locuzione latina “Alea iacta est” , ovvero il “Dado è tratto”, celebre frase pronunciata da Giulio Cesare il 10 gennaio del 49 a.C quando attraversa il fiume Rubicone (vicino a Rimini), violando così il pomerio di Roma, ossia il limite sacro del territorio che non si poteva varcare in armi, e suggella l’inizio di una nuova guerra civile. Alla parola latina è poi stata aggiunta la H finale di helmet. La genesi di Aleah coincide con il lancio sul mercato del suo casco bi-componente – il primo al mondo – interamente progettato in Italia e realizzato nell’attuale stabilimento produttivo.

Oggi Aleah si presenta con un nuovo assetto societario e si rilancia in un settore tanto competitivo quanto ricco di potenzialità proponendo una linea di caschi e maschere sempre più performanti, nella quale, oltre ai classici bianco e nero, possiamo trovare modelli dai colori più accattivanti come il viola, il rosa o l’azzurro.
Confortevole, leggero, aerodinamico e persino personalizzabile con il proprio nome, il casco Aleah è pensato per tutti coloro che desiderano mettersi alla prova e divertirsi sulle piste con la massima sicurezza e protezione quali solo un prodotto 100% Made in Italy può garantire. Parola degli atleti dalla Nazionale Italiana di Snowboard che lo hanno indossato durante le Olimpiadi Invernali di Sochi 2014.

Un ritorno con stile dunque e con una proposta molto varia di articoli tecnici di alto livello e particolarmente performanti. Il marchio, però, non intende fermarsi qui e guarda già al futuro: tra i progetti work in progress ci sono un nuovo brevetto e nuovi caschi, non più solo per lo sci e lo snowboard ma anche per altri sport, primo fra tutti il motociclismo, così da soddisfare le esigenze di un pubblico sempre più ampio con una gamma di proposte divertenti e all’avanguardia, nel rispetto dell’autentico DNA del brand.

Con il colore vincere è più facile!

www.dolomitisuperski.com | www.aleah.eu | @aleahofficial | #aleah | #aleahelmet

About author

Lara Mazza

Lara Mazza

Agli studi scientifici ha preferito la filosofia, la scrittura, la fotografia e poi la comunicazione. Così, a forza di parlare per lavoro e scattare per diletto, sono passati un bel mucchietto di anni. Il tempo passa, la vita corre ma la passione resta. Se su due ruote o accompagnata da un quattro zampe meglio ancora.

No comments

Show room Florim a Milano. Progetto: arch. Andrea Maffei. Il particolare dei binari sui quali scorrono le "pareti ceramiche" poste al piano terra.

Focus sui progettisti

Il Castello Sforzesco sullo sfondo. Un palazzo di fine Ottocento. E un rimando alle quinte teatrali, spiegate come due ali. Siamo nel nuovo showroom Florim* – ...