Piccoli progetti di carta

0

Forse è una leggenda metropolitana, ma si dice che il grattacielo Pirelli – una delle opere più conosciute di Gio Ponti – sia nato da un foglio di carta ripiegato e posto semplicemente in verticale. Di lui e delle sue architetture si è detto di tutto… Che fosse un “facciatista”, che in realtà i suoi progetti fossero solo “progetti di design ingrandito” o “architetture – origami”. Certo è che Gio Ponti disegnava moltissimo e dal suo rapporto confidenziale con carta e matita sono nati piatti, vasi, lampade, sedie, decori e… bellissimi biglietti d’auguri.

Non è un caso dunque se proprio dall’intuizione di un architetto – Valeria Girardi – è nata Cartèa, una piccola impresa che propone sofisticate collezioni di gift card, box, notebook, poster, table e outdoor set. Originali i temi, che esplorano mondi attigui al suo vissuto umano e professionale: design, architettura, arte e food, essenziale e delicato il tratto, che delinea con esattezza tanto il “Cicognino” di Franco Albini quanto i temi legati alle festività, ai fiori, al rapporto tra cibo e luoghi d’arte. Trasversale l’ironia che le permette di dissacrare con leggerezza oggetti e luoghi – culto di Milano.

Dietro, un minuzioso lavoro di ricerca e sperimentazione sul supporto cartaceo e la voglia di esplorare, reinterpretandole, tradizione millenarie, come quella degli origami. Un’opportunità per ognuno di noi di accompagnare a doni e auguri qualcosa che resta, un messaggio d’amore o d’amicizia, che ci faccia ricordare.

Le collezioni Cartèa sono distribuite nelle librerie, nelle boutique e nei bookshop dei principali musei di Milano. Per maggiori informazioni consultare il sito: www.cartea.it alla voce “Contatti”.

About author

Laura Perna

Laura Perna

Dopo la laurea in filosofia conseguita presso l’Università Cattolica di Milano inizia il suo percorso professionale nell’area della comunicazione: uffici- stampa, relazioni pubbliche, editoria. Il suo rapporto con la scrittura è intenso e quotidiano. FourExcellences rappresenta un “punto e a capo”, una svolta. È un’idea, poi un progetto che si trasforma in realtà day by day. È una dichiarazione d’indipendenza che condivide con le sue compagne di viaggio. È lo specchio di un mondo effervescente e creativo, la voce di infinite storie.

No comments