My Arctic Heart

0

È stata una cara amica a presentarmi Gilberto, Gilberto Calzolari. I contatti telefonici, per organizzare questo post, hanno rivelato una persona dolcissima, estremamente disponibile, e soprattutto innamorata del proprio lavoro.

Un amore che traspare dalla sua collezione, la prima, Autunno/Inverno 2017-2018 intitolata My Arctic Heart che ha sfilato durante la Milano Fashion Week #MFW2017, appena terminata, in occasione della Next Trend organizzata da Banca Intesa Sanpaolo in collaborazione con la Camera Nazionale della Moda.

Gilberto è nato e cresciuto a Milano. Il padre commerciante di tessuti e direttore di rinomate boutique di abbigliamento, gli ha permesso di respirare, sin da piccolo, il profumo delle grandi griffe. Diplomato con lode presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, collabora per lungo tempo con i più importanti fashion brand internazionali del lusso. I suoi capi compaiono sulle più importanti copertine di moda e indossati da personaggi dello spettacolo italiani e stranieri.

Maturità e consapevolezza delle proprie potenzialità artistiche e professionali portano Gilberto nel 2015 a registrare il marchio Gilberto Calzolari. Il logo sono due foglie di ginkgo giapponese – pianta orientale nota, tra l’altro, come ingrediente dell’elisir di lunga vita – intrecciate alle due lettere GC. Nello stesso periodo si aggiudica la copertina di Vanity Fair con un capo esclusivo realizzato per la cantante Laura Pausini.

Lo stile del brand Gilberto Calzolari si esprime di abiti demi-couture glamour, animati da un design fresco e romantico in linea con il messaggio di qualità e esclusività di cui si fa portatore il marchio Made in Italy.

La prima collezione di Gilberto Calzolari è ispirata ai ghiacci dell’Artico, si chiama My Arctic Heart* ed è un inno alla natura in estinzione. I colori dei capi richiamano il bianco abbagliate della neve, l’azzurro intenso degli iceberg, il glicine dell’aurora boreale e il blu profondo del mare che in prossimità del ghiaccio muta in verde cobalto. Le linee, dai cenni retrò, sono pulite e femminili. I tessuti sono estremamente preziosi: il crêpe di lana double, la seta mikado, il macramè in lamé e gli jacquard. Eco-pelliccia di kidassia per il giubbotto e i mammut.

*Il designer sostiene infatti da tempo la Polar Bear International, organizzazione no-profit che si occupa della salvaguardia dell’orso polare e del suo habitat (www.polarbearinternational.org).

www.gilbertocalzolari.com

LEGGI ANCHE: UN PATCHWORK DI EMOZIONI

About author

Gabriella Steffanini

Gabriella Steffanini

Cresciuta professionalmente nel mondo dell’editoria e della comunicazione, oggi, con il progetto Fourexcellences, ha concretizzato un sogno. Attrice per hobby, yogi nell’anima e sportiva per vocazione, è un mix di caos, silenzio, musica, generosità, amore, amicizia, favole, vecchio, moderno, tablet, pc, libri e parole, parole, parole…
Cosa saremmo senza? Si occupa di marketing e di digital web.

No comments