Compagne di strada…

0

Il piede ha 28 ossa, 27 articolazioni, 100 legamenti, 23 muscoli e un sistema nervoso e capillare ramificatissimo. Ci vuole una scarpa che sia degna.” (Anonimo)

La scarpa bassa, la cosiddetta “ballerina”, è mia compagna di strada fin dalla più tenera età.  Sono alta. Una particolarità che da piccola mi ha creato insicurezza: ero sempre l’ultima della fila, nella foto di classe sempre dietro a tutti, in gruppo sempre “la spilungona”. Oggi, ciò che vivevo come un limite è la mia forza. Ricordo un paio di ballerine rosse, un regalo di mia nonna, Augusta, la mamma di mia mamma, erano sempre di un numero più piccolo, ma erano bellissime!, e pur con un male ai piedi mostruoso non rinunciavo ad indossarle. Da allora uso quotidianamente scarpe basse destinando i tacchi alle grandi occasioni.

Michele Lopriore, inaugura il primo negozio di scarpe a Milano nel 1986 e lo chiama Giada, il nome della figlia appena nata. Seguono altri nove punti vendita in Lombardia poi su tutto il territorio nazionale. Oggi l’ultima apertura è a Miami. Nel frattempo ad affiancare Michele nella gestione dell’impresa si sono aggiunti i due figli Mike e Giada.

I prodotti sono totalmente made in Italy. L’azienda riserva un’attenzione, quasi maniacale, alla scelta di materiali pregiati e alla selezione di manodopera specializzata tenendo ben presente l’importanza e l’impronta dello stile italiano.

La collezione Primavera/Estate 2017, è un lungo e piacevole abbraccio per gli occhi e la mente. Accontenta tutti i gusti. La ballerina classica che diviene più glam con l’aggiunta di frange in morbido camoscio e micro intrecci in lurex. La classica scarpa stringata più leggera, con l’abbinamento della tradizionale pelle al canvas di differenti colori, e sofisticata grazie all’applicazione di piccole borchie che creano un effetto laminato. Maliziosa e accattivante la classica décolleté proposta con l’aggiunta di nappine stile Anni ’50.

Ai tagli essenziali, si abbinano materiali come la pelle, il morbido suede e il pitone che occasionalmente si completano a tessuti estivi come il canvas e il lurex. I colori: giallo, rosso, azzurro, grigio, argento, oro, i classici nude e l’intramontabile nero.

www.michelelopriore.it

LEGGI ANCHE: I due artisti “ciabattini” del MOMA marchigiano

About author

Gabriella Steffanini

Gabriella Steffanini

Cresciuta professionalmente nel mondo dell’editoria e della comunicazione, oggi, con il progetto Fourexcellences, ha concretizzato un sogno. Attrice per hobby, yogi nell’anima e sportiva per vocazione, è un mix di caos, silenzio, musica, generosità, amore, amicizia, favole, vecchio, moderno, tablet, pc, libri e parole, parole, parole…
Cosa saremmo senza? Si occupa di marketing e di digital web.

No comments

Della serie Animaliér  di Legnomagia, un cagnolino portarotolo maxi per asciugarsi le mani in bagno, in cucina, in giardino, in officina..Legno massello di faggio EU. Corredato di adattatore per rotoli diversi visto che nel mondo non esiste una misura uguale all'altra per i rotoloni carta mani. Tutte misure simili.

Legnomagia: favole in cucina

    Bianca Susanna, architetto, è uno dei soci fondatori di Legnomagia. Ci conosciamo ormai da anni, Bianca ed io, e ciò che più mi ...