Questione di piume

0

Impalpabile, soffice, caldo, il piumino è un mantello senza peso che permette al corpo di muoversi liberamente sotto le lenzuola. Ma non tutte le piume sono uguali. Alcune, meglio di altre, assicurano un riposo di qualità. Cinelli Piume e piumini, specializzata nella lavorazione della piuma dal 1964, le ha scelte per realizzare la “Linea Letto”. Ne fanno parte il piumino, le collezioni di trapunte (con oltre 40 disegni diversi, dal classico all’etnico, dal floreale al decoro in rilievo), plaid e guanciali.

Caldo, leggero, traspirante. Uno scudo termico naturale che assorbe l’umidità durante la notte e la lascia evaporare durante il giorno. Queste le principali caratteristiche di un piumino d’oca di qualità. Ottime motivazioni dunque, per pensare a un acquisto-investimento che durerà tutta la vita.

E se pensate che le piume siano tutte uguali, che non ci siano differenze tra un prodotto e un altro – se non nel prezzo – vi sbagliate… Cinelli Piume e piumini seleziona con grande rigore la materia prima, a cominciare dalla provenienza. È dall’Est Europa infatti, zona tradizionalmente legata all’allevamento delle oche e alla raccolta della piuma, che l’azienda si rifornisce per avere una piuma morbida e setosa, dall’ottimo potere di riempimento e capace di riespandersi dopo la compressione (Filling Power). E qui, ancora sui campi di raccolta, ha luogo una prima selezione tra piuma, piumette e fiocco: selezione che verrà poi perfezionata in sede – nello stabilimento di Buggiano, in provincia di Pistoia – attraverso l’impiego di un sistema ad aria in silos alti 6/8 metri.

Seguiranno poi altri step per una perfetta messa a punto del prodotto: depolverizzazione, lavaggio e sterilizzazione. Operazioni essenziali per garantire una pulizia delicata ma efficace, e lasciare sulle piume il giusto residuo di grasso per avere un piumino resistente, capace di riespandersi in modo naturale ma al contempo con un’imbottitura sufficientemente asciutta tale da evitare cattivi odori o aloni sui tessuti. A questo punto le piume, suddivise in fiocco e piumette (le prime sono le più pregiate), sono pronte per essere inserite in fodere di cotone a trama fitta. Un guscio naturale capace di arginare la polvere e impedire così la proliferazione degli acari, causa di possibili allergie.

E ora il piumino è pronto a “lavorare”. Mentre noi dormiamo questo soffice mantello – che trattiene una grande quantità d’aria tra i suoi fiocchi – incamererà infatti buona parte del vapore acqueo prodotto dal nostro corpo, per poi rilasciarlo nelle ore successive. Una funzione termoregolatrice importante, che vi farà riposare bene e diffonderà il calore omogeneamente in tutto il letto.

Anche il mantenimento di un piumino naturale non sarà un problema, saranno sufficienti pochi accorgimenti: un lavaggio con acqua e sapone a temperature di 40°/60°, numerosi risciacqui per eliminare ogni traccia di detersivo, asciugatura se possibile all’aria aperta (o nell’asciugatrice a medie temperature), oppure, potrete rivolgervi alla vostra lavanderia di fiducia per un lavaggio a secco. Per la conservazione, durante il periodo invernale, l’esposizione all’aria per un breve periodo favorirà il buon mantenimento del piumino, mentre d’estate potrete riporlo in un luogo asciutto, all’interno della sua borsa originale.

LEGGI ANCHE: TAG/CINELLI PIUME E PIUMINI

About author

FourExcellences

FourExcellences

La voce narrante del Made in Italy FourExcellences è una piattaforma editoriale dedicata alle quattro eccellenze italiane: Architettura, Moda, Cucina, Luoghi d’arte. Sono le espressioni più celebrate del Made in Italy, di quel patrimonio di creatività e memorie che ci rende unici agli occhi del mondo.

No comments