Cucine in rete

0

Sulle strade polverose del primo dopoguerra transitavano i venditori ambulanti. A piedi, in bicicletta, o su un carretto trainato da un cavallo si fermavano ad ogni portone decantando ad alta voce le loro merci o specialità. Tra loro c’era chi rimetteva a posto gli ombrelli, chi ritirava stracci, chi vendeva pesce fresco e verdure, chi si prestava a piccoli lavori domestici.

D’estate poi, circondato da torme di ragazzini urlanti, si univa a loro il venditore di ghiaccio. I cubi, freddi e gocciolanti, erano venduti a chilo e, appena acquistati, venivano immediatamente sistemati all’interno di piccole casseforti di ferro o di alluminio. Erano le ghiacciaie, pensate per mantenere freschi i cibi più delicati come il latte o la carne. Certo era un metodo di conservazione piuttosto rudimentale, sicuramente non paragonabile ai sistemi di refrigerazione cui oggi siamo abituati. Anche la cucina a gas era allora un privilegio di pochi. I più dovevano adattarsi ripiegando su cucine alimentate a legna o a carbone.

Una vera rivoluzione dunque, quella che ha coinvolto e mutato il “motore” della casa. Frigo, congelatori, piani a gas e a induzione, lavastoviglie, forni a vapore, abbattitori… hanno cambiato la geografia della cucina e trasformato il momento della preparazione del pasto in un piacere da condividere. Anche l’arredamento, fin dagli anni ’60, si è sintonizzato su questi cambiamenti sostituendo a credenze e piattaie veri e propri monoblocchi pensati per inserirvi gli elettrodomestici.

Ma l’evoluzione tecnologica non conosce la parola fine e la Smart Kitchen è oggi una realtà in pieno sviluppo. Nelle case, infatti, saranno sempre più numerosi gli elettrodomestici dotati di un’intelligenza artificiale intuitiva. Guidati da un’applicazione dedicata ci aiuteranno in tutto: dall’idea della ricetta alla lista della spesa, fino alla creazione stessa del piatto.


EuroCucina 2018. Intervista a Simon Bradford, VP Design Electrolux.

Su quest’idea di “cucina connessa” si sta muovendo Electrolux in collaborazione con Innit la prima piattaforma che ospita produttori di elettrodomestici, fornitori di generi alimentari, produttori di alimenti fino ai facilitatori di tecnologia. Un mezzo dunque, per offrire un’esperienza di consumo senza interruzione attraverso la pianificazione, l’acquisto, la preparazione e la cottura dei cibi.

Il forno intelligente con telecamera, progettato da Electrolux, sarà il primo elettrodomestico connesso a funzionare con l’applicazione Innit e sarà lanciato a gennaio 2019 nel Regno Unito. Un assaggio di futuro che l’azienda svedese ha presentato a Eurocucina durante la design week milanese insieme a numerosi nuovi prodotti che vi presentiamo nella nostra gallery.

www.electrolux.it | www.innit.com

LEGGI ANCHE: CIBO E DINTORNI

About author

Laura Perna

Laura Perna

Dopo la laurea in filosofia conseguita presso l'Università Cattolica di Milano inizia il suo percorso professionale nell'area della comunicazione: uffici- stampa, relazioni pubbliche, editoria. Il suo rapporto con la scrittura è intenso e quotidiano. FourExcellences rappresenta un "punto e a capo", una svolta. È un'idea, poi un progetto che si trasforma in realtà day by day. È una dichiarazione d'indipendenza che condivide con le sue compagne di viaggio. È lo specchio di un mondo effervescente e creativo, la voce di infinite storie.

No comments