Il grano perfetto, 100% italiano

0
Marco Aurelio il chicco perfetto del pastificio Sgambaro

Alla ricerca del “chicco perfetto per produrre una pasta di altissima qualità”. Il pastificio Sgambaro, fondato nel 1947 dal mugnaio Tullio Sgambaro, dopo quindici anni di ricerca e sviluppo – il tutto è iniziato nel 2005 – ha finalmente selezionato Marco Aurelio, il “chicco perfetto”. Un progetto frutto di una stretta collaborazione tra Pierantonio Sgambaro, Stefano Ravaglia (ricercatore della SIS Società Italiana Sementi) e un gruppo di agricoltori dell’area bolognese.

Marco Aurelio il chicco perfetto del pastificio Sgambaro

Intera gamma “Etichetta Gialla” di Sgambaro.

Marco Aurelio, omaggio all’imperatore filosofo romano, è il nome del grano duro, utilizzato per l’intera gamma “Etichetta Gialla”, la pasta d’eccellenza della Sgambaro, tracciata, sicura e 100% italiana.
Coltivato tra la Puglia e l’Emilia Romana, Marco Aurelio si distingue per la qualità del glutine e il colore giallo ambrato.

La lavorazione? I chicchi vengono macinati, senza essere surriscaldati, all’interno dello storico stabilimento di Castello di Godego, nella campagna trevigiana. La semola è impastata con acqua prelevata ad una profondità di 140 metri e la produzione segue un processo di trafilatura al bronzo. Le proprietà organolettiche e sensoriali si preservano attraverso una lunga fase di essiccazione a bassa temperatura.

«Un’iniziativa ambiziosa, nata però in maniera informale durante una chiacchierata tra appassionati di cibo buono e genuino», racconta Pierantonio Sgambaro, presidente e terza generazione alla guida dell’azienda di famiglia. «L’idea, o meglio la sfida, era identificare una varietà di grano che valorizzasse l’agricoltura italiana, fosse intrinsecamente adatta alla pastificazione e avesse le caratteristiche di altissima qualità ed eccellenza che come Sgambaro cerchiamo nel raccolto».

Sgambaro inoltre si distingue per essere un’azienda 100% energia verde: fonti rinnovabili per alimentare gli stabilimenti ed investimenti nelle nuove tecnologie per consumare meno energia evitando di immettere CO² nell’ambiente.

E concludiamo con una ricetta gustosissima, raccontata e realizzata dallo chef Bruno Barbieri utilizzando la pasta “Etichetta Gialla” di Sgambaro.
Spaghetti freddi con Astice selvaggio e verdure croccanti con olio di scalogno”. (il video)

LEGGI ANCHE: CUCINA/CIBO E DINTORNI

About author

Gabriella Steffanini

Gabriella Steffanini

Cresciuta professionalmente nel mondo dell’editoria e della comunicazione, oggi, con il progetto Fourexcellences, ha concretizzato un sogno. Attrice per hobby, yogi nell’anima e sportiva per vocazione, è un mix di caos, silenzio, musica, generosità, amore, amicizia, favole, vecchio, moderno, tablet, pc, libri e parole, parole, parole… Cosa saremmo senza? Si occupa di marketing e di digital web.

No comments