L’Arabesque. Un “petit salon de curiosités”

Ne avevamo sentito parlare… e avevamo letto un articolo su Elle, ma l’occasione per entrare e “dare un’occhiata” è stata casuale: un altro impegno di lavoro in zona. Ad essere sincere, abbiamo prima spiato gli interni dalla strada. Poi, come bambine, abbiamo appoggiato la testa al vetro riparandoci gli occhi con le mani. Non volevamo perderci nulla! E tra un “Ohhhhh!” e un “Guarda lì!” commentavamo con stupore deliziosi abiti d’ispirazione vintage, pezzi di design degli Anni ’50 e ’60 e i bijoux… “Il posto per me“, ho pensato, mentre guardavo stregata le spille. E poi libri e ancora abiti in seta e velluto che sembravano pronti per essere indossati sul set di un film in costume… e gioielli, borse, scarpe, sedie, librerie, lampade… poi, pochi passi più avanti, il Café Ristorante.

L'Arabesque. Il Cult Store a Milano.

L’Arabesque. Il Cult Store a Milano.

Per chi, come noi, è sempre alla ricerca di cose e luoghi fuori dal comune è stato impossibile resistere. L’Arabesque ti cattura e ti porta “altrove”. È più di un luogo per gli acquisti, è un viaggio a ritroso nel tempo, in un passato prossimo di squisita eleganza. Un cult store nel centro di Milano, in via Francesco Sforza angolo Largo Augusto, dove si respira l’atmosfera degli atelier del dopoguerra e dove, come in un’atelier, è ancora possibile farsi fare un guardaroba su misura.

L'Arabesque. Arabesque, è il termine che definisce le straordinarie figure ornamentali moresche, rappresentate con forme di piante ed animali, stilizzate.

L’Arabesque. Arabesque, è il termine che definisce le straordinarie figure ornamentali moresche, rappresentate con forme di piante ed animali, stilizzate.

Lo spazio, inaugurato nel settembre 2010, nasce da un’idea di Chichi Meroni, stilista, tra l’altro autrice del libro C’era una volta a Tavola (edito nel 1999). Quelle stesse ricette continuano ad ispirare il menù che oggi propone il Ristorante L’Arabesque Cafè: tradizione familiare unita a una ricerca estetica che punta su eleganza e raffinatezza; oltre all’attenzione riservata alla scelta delle materie prime. Un mood che si coglie anche nel design degli interni e in particolare nel bancone della zona bar, ispirato a un’opera di Paolo Buffa, in legno biondo con scanalature sagomate, realizzato utilizzando le tecniche costruttive degli Anni ’50.

Attigua alla zona conviviale, La Librairie, un angolo salotto arredato con pezzi originali degli Anni ’50. Qui si possono leggere pubblicazioni fresche di stampa e trovare rarità editoriali, italiane e straniere. Innumerevoli i temi: lifestyle, moda, fotografia, design e arredamento, architettura e cucina.

È un petit salon de curiosités che non può mancare nel vostro carnet di indirizzi speciali. Per evocare emozioni dimenticate e darvi nuovi stimoli… Per alimentare i vostri sensi di forme, colori, profumi, sapori.

www.larabesque.net

LEGGI ANCHE: THE CHIC FISH: CONTEMPORARY VINTAGE

About author

Gabriella Steffanini

Gabriella Steffanini

Cresciuta professionalmente nel mondo dell’editoria e della comunicazione, oggi, con il progetto Fourexcellences, ha concretizzato un sogno. Attrice per hobby, yogi nell’anima e sportiva per vocazione, è un mix di caos, silenzio, musica, generosità, amore, amicizia, favole, vecchio, moderno, tablet, pc, libri e parole, parole, parole… Cosa saremmo senza? Si occupa di marketing e di digital web.