Napoli in bocca

Copertina in cartone tagliato al vivo e pagine in carta “paglia”. Si, proprio quella che si utilizza in cucina per assorbire i fritti. Lo sfogli e assaggi la cultura gastronomica partenopea nelle illustrazioni a colori di Rodo Santoro* e nelle stampe in bianco e nero concesse da musei e collezionisti.

Napoli in bocca è tutto questo. È più di un libro. È un coraggioso esperimento culturale dove le ricette sono un tramite per raccontare il nostro modo di stare insieme, condividendo i piaceri del buon cibo e del buon vino.
È una parte del nostro passato, con una cucina dei sapori e della festa. Un inno alla gioia e alla fatica delle donne e alla loro fantasia, surrogato alla povertà e alla mancanza di ingredienti. Una cucina umile dove l’abbondanza è il tempo e le verdure sono “necessariamente” di stagione.

Napoli in bocca è un viaggio culinario ispirato a una pubblicazione degli anni ’70. Un progetto editoriale fortemente voluto da Francesco Mondadori – fondatore della casa editrice MORE MONDADORI – e curato dalla food writer Csaba dalla Zorza*. Scritto in tre lingue – napoletano, italiano e inglese – e suddiviso in 84 ricette, questo romanzo gastronomico è un’autentica opera di restauro conservativo. Curatrice dei testi in napoletano è Chiara Lima* grande esperta di cucina e anima della scuola “Mamma Agata”. Aggiunte e chiarificazioni, per facilitare la lettura e l’esecuzione delle ricette, sono invece disponibili nel testo in italiano curato da Csaba dalla Zorza.

In questo volume è racchiusa una parte della nostra cultura, della nostra italianità e vi è sotteso un invito: riscoprire la lentezza, il piacere della preparazione, l’ascolto degli ingredienti che sobbollono sul fuoco…
Le ricette che troverete in queste pagine – spiega Csaba dalla Zorza nella prefazione del libro – sono molto diverse da quelle a cui siamo abituati oggi. Non ci sono liste dettagliate di ingredienti, né istruzioni divise in parti – tanto meno troverete, leggendo, indicazioni precise. C’è sempre una narrazione che diventa spiegazione, durante la quale le parole danno corpo ad una gestualità semplice e concreta. Ogni movimento della mano, dall’ungere il ruoto allo scolare la pasta, è un gesto della tradizione che sembra dipingere un quadro ambientato in cucina. Ed è per questo motivo per cui accanto alle ricette non si trovano fotografie a colori, ma bellissime illustrazioni.
E a corredo delle ricette ci sono proverbi e poesie storiche e una “Smorfia gastronomica” davvero inaspettata.

Napoli in bocca è il primo volume della collezione “regional food – Made in Italy” che MORE MONDADORI presenta in occasione di EXPO 2015.

*Rodo Santoro

Rodo Santoro, illustratore

Arch.Rodo Santoro

La copertina e tutte le illustrazioni a colori all’interno del libro sono state realizzate da lui. Architetto, scenografo, illustratore, giornalista, si è dedicato soprattutto a studi storici sull’arte e la sociopolitica. Greco di nascita, ha compiuto numerose missioni di archeologia medievale nei Paesi del Mediterraneo per conto della Scuola Archeologica Italiana di Atene. Numerose le sue opere di saggistica. it.linkedin.com/in/rodosantoro

*Csaba dalla Zorza

Csaba dalla Zorza, food writer

Csaba dalla Zorza, food writer

Food writer italiana, dopo aver frequentato la scuola parigina Le Cordon Bleu, si è specializzata in cucina mediterranea. Esperta nell’arte del ricevere e nel savoir vivre contemporaneo, è seguita quotidianamente nelle sue trasmissioni TV e sul suo blog “Lezioni Private”. È autrice di numerosi libri di cucina e lifestyle. www.csabadallazorza.com

*Chiara Lima

Chiara Lima, esperta di cucina

Chiara Lima, esperta di cucina

Curatrice dei testi in napoletano è una grande esperta di cucina e anima della scuola “Mamma Agata”. Chiara, conosciuta anche negli Stati Uniti, ha scritto diversi libri e ha vinto il Gourmand International Award nel 2012 con un volume di ricette dedicato alla scuola della madre. www.mammaagata.com

About author

Laura Perna

Laura Perna

Dopo la laurea in filosofia conseguita presso l'Università Cattolica di Milano inizia il suo percorso professionale nell'area della comunicazione: uffici- stampa, relazioni pubbliche, editoria. Il suo rapporto con la scrittura è intenso e quotidiano. FourExcellences rappresenta un "punto e a capo", una svolta. È un'idea, poi un progetto che si trasforma in realtà day by day. È una dichiarazione d'indipendenza che condivide con le sue compagne di viaggio. È lo specchio di un mondo effervescente e creativo, la voce di infinite storie.

giotto l italia palazzo reale 2015

Giotto, l’Italia

«L’arte di Giotto rappresenta un passaggio fondamentale nella storia della rappresentazione del pensiero e della realtà nella bellezza. Il nome Giotto evoca, ovunque nel mondo, ...