Ristorante, bar, pinseria: una novità sui Navigli milanesi

0

Amo Milano. Perché al di là dei contrasti, che inevitabilmente caratterizzano le grandi metropoli, è in grado di offrire, in tutti gli ambiti, moltissimo. Non ci si annoia mai. E tra i “luoghi di culto”, considerati oggi mète irrinunciabili, ci sono i nuovi ristoranti, templi del buon cibo e della convivialità.

La scorsa settimana, con un’amica, ho avuto l’occasione di scoprire Prima Milano, inaugurato quest’estate, il logo si completa con Comfort, Food&Bar.
Varcata la soglia ci accoglie un lungo abbraccio. Tutto è calore. A cominciare dai materiali di pregio come legno, marmo, rame e pietra e un arredamento che mixa passato e presente. Molti i materiali di recupero: gli specchi appesi all’ingresso del locale, sulla parete centrale, i basamenti dei tavoli (che si completano con dettagli ricavati dai copertoni rigenerati delle automobili), le sedie in formica. A questi si aggiungono i mosaici a pavimento e a parete applicati sugli archi di passaggio tra un ambiente e l’altro e le luci “giuste” che aiutano ad enfatizzare il calore del luogo.

Dal Comfort passiamo al Food&Bar. La mia degustazione si è articolata tra un piatto di “Carne Salada di Prima con puntarelle e arance”, una delizia; una “Pinsa Margherita”, delicatissima e due piatti, dico due, di “Tonno, fichi, burrata, cipolla caramellata e chips di pane”, per chi ama il pesce appena scottato, una vera bontà. Il tutto annaffiato da un “No lo Spritz No”: Aperol, Bitter Campari, liquore ai Fiori di Sambuco, Vino di Prugne e Acqua Tonica… inutile dire che uno non basta!

Il menu, stagionale, è composto da elementi semplici per piatti semplici, rivisitati secondo la filosofia dello chef. Ad esempio la Pinsa, (no, non è un errore di battitura!) è la rivisitazione della classica pizza, lavorata con una miscela di tre farine, un alto tasso di idratazione ed una lunga levitazione con lievito madre. Da provare in tutte le versioni!

I cocktails hanno ingredienti e nomi particolari. Abbiamo provato anche il “Sans Souci”, un amabile mix di: Trois Rivieres Rhum Agricole, Italicus Rosolio di Bergamotto, Tè Verde, Zenzero, Limone e Miele di Acacia. Buono!
Prima Milano offre anche un’ampia carta di vini e birre artigianali: la Birra del Borgo in provincia di Rieti e il Birrificio Hibu in Brianza.

Prima Milano è in via Casale 7 ed è aperto dalle 7.30 alle 2.00 di notte. Assolutamente da provare… assolutamente!

www.primamilano.it | @primafoodbar | #primamilano | #primafoodbar

LEGGI ANCHE: Milano Food District: scuola di cucina, ristorante, vertical farm

About author

Gabriella Steffanini

Gabriella Steffanini

Cresciuta professionalmente nel mondo dell’editoria e della comunicazione, oggi, con il progetto Fourexcellences, ha concretizzato un sogno. Attrice per hobby, yogi nell’anima e sportiva per vocazione, è un mix di caos, silenzio, musica, generosità, amore, amicizia, favole, vecchio, moderno, tablet, pc, libri e parole, parole, parole… Cosa saremmo senza? Si occupa di marketing e di digital web.

No comments

gebrueder thonet vienna collezione 2017

Denominatore comune: il legno curvato a vapore

La tecnica del “tondino incurvato a vapore”, concretizzò uno dei principi più importanti della Rivoluzione Industriale: il passaggio dalla produzione artigianale – progettata e realizzata ...