Champagne. Dalla Maison di Reims le cuvées de prestige dedicate all’alta ristorazione

0
maison pommery e bocuse dor 2019

Sono trent’anni ormai che la Maison Pommery è partner ufficiale (per tutti i momenti di degustazione) della finale del Bocuse d’Or, importante sfida culinaria mondiale, dedicata all’alta cucina, in cui ogni candidato deve sorprendere per la scelta, la preparazione e il gusto della propria ricetta. L’edizione 2019 si è tenuta a Lione e sul podio sono saliti la Danimarca affiancata da Svezia e Norvegia.

Durante l’evento gli Champagne Pommery hanno avuto l’onore di proporre al “Dinner of the Grand Chefs” (180 chef provenienti da 26 Paesi del mondo e 320 stelle Michelin) le sue cuvées de prestige dedicate all’alta cucina. Protagoniste sono state le bottiglie di Pommery Brut Apanage e Pommery Brut Apanage Blanc de Blancs. La prima «fascino ricercato, è un assemblaggio che privilegia lo Chardonnay. È elegante e fresco, accompagnato da un ampio bouquet di aromi che si apre con note finemente burrose di piccola pasticceria cui si aggiungono sentori di fiori di campo e piccoli frutti rossi. Al palato si ritrovano tutte le percezioni olfattive con avvolgenza e complessità». Mentre la seconda è il risultato di una selezione di «17 Grands Crus di Chardonnay provenienti dalle zone più vocate della Côtes des Blancs (70%) e della Montagne de Reims (30%). Presenta note fruttate di agrumi e nocciola tostata con delicati sentori di limone, cedro e fiori bianchi. Elegantissimo e di grande struttura allo stesso tempo, presenta un’eccellente freschezza e vivacità.»

Un po’ di storia…
La Maison Pommery dal 1836 si occupa di champagne, un universo fatto di raffinatezza, eleganza e tradizione e perfezione armonica tra sapori ed emozioni.
Il Domaine Pommery si articola tra 50 ettari tra edifici e giardini e 18 chilometri sotterranei di cantine ricavate da 120 antiche cave di gesso di origine gallo-romana, un ambizioso progetto realizzato tra il 1868 e il 1878.
Dal 2002 la Maison Pommery è di proprietà del Gruppo Vranken-Pommery Monopole, secondo produttore mondiale di Champagne, che annovera tra i propri marchi Vranken, Diamant, Demoiselle, Charles LafitteMonopole Heidsieck & CO.. L’estensione dei vigneti, tra Francia e Portogallo, fa sì che venga definito il più grande  vigneto d’Europa.

Nell’immagine: Champagne Balthazar (12 lt. = 16 bott.) attualmente custodito nella Maison di Reims, realizzato nel 1986 in occasione del compleanno di Paul Bocuse, disegnato nell’etichetta. Un vero cimelio storico!

www.vrankenpommery.com | @champagnepommery | @champagnepommeryitalia | #Pommery | #BrutApanage | #BlancDeBlancs

LEGGI ANCHE: A Cervinia tutti i plus di un’ospitalità a cinque stelle



About author

Gabriella Steffanini

Gabriella Steffanini

Cresciuta professionalmente nel mondo dell’editoria e della comunicazione, oggi, con il progetto Fourexcellences, ha concretizzato un sogno. Attrice per hobby, yogi nell’anima e sportiva per vocazione, è un mix di caos, silenzio, musica, generosità, amore, amicizia, favole, vecchio, moderno, tablet, pc, libri e parole, parole, parole… Cosa saremmo senza? Si occupa di marketing e di digital web.

No comments