Sicurezza, comfort, divertimento. E un telaio perfetto

0

Leggera (980 chilogrammi complessivi) e dunque facile da guidare, con consumi ridotti, la nuova Opel Corsa sorprende anche per la sua morbidezza e silenziosità. Testata in condizioni climatiche estreme, l’utilitaria della casa tedesca sarà proposta in tre versioni: benzina, diesel, e 100% elettrica.

La prossima Opel Corsa, la sesta generazione, è quasi pronta per il lancio: in estate l’inizio delle vendite e in autunno previste le prime consegne.

Oltre all’ausilio di tecnologie virtuali all’avanguardia, gli ingegneri della casa tedesca hanno portato le auto, sapientemente camuffate, sui circuiti per testarne la messa a punto. È stato fruttato il lungo inverno polare nella Lapponia svedese, a circa 40 chilometri a sud del Circolo Polare Artico, per effettuare, a temperature bassissime e su superfici estremamente impegnative ( fino a -30°), test sul sistema di controllo elettronico della stabilità (ESP), il controllo della trazione e il sistema antibloccaggio delle ruote (ABS). L’obiettivo di prove così estreme su ghiaccio, su neve, su fango o su asfalto sono infatti state necessarie per tarare il telaio e raggiungere livelli di massima sicurezza, comfort e dinamicità.

«Nello sviluppo della prossima generazione di Corsa abbiamo cercato in particolare di aumentare l’efficienza della vettura. – ha dichiarato Thomas Wanke, Global Lead Development Engineer, Vehicle Performance, che sta lavorando a una nuova generazione di Corsa per la quarta volta nella propria carriera – Il nuovo modello è considerevolmente più leggero del precedente e questo riduce i consumi e rende la vettura molto più divertente da guidare. Come nel caso delle precedenti generazioni a cui ho lavorato, il telaio che stiamo mettendo a punto è stato sviluppato su vari tipi di strade europee, tra cui anche le autostrade tedesche. Il nostro obiettivo consiste nell’offrire ai clienti un telaio perfetto con un equilibrio ottimale tra sicurezza, comfort e divertimento.»

Durante le lunghe notti polari sono stati inoltre testati i fari attivi IntelliLux LED®, già in uso su Astra e Insignia, ottimizzando quelli anteriori automatici a matrice che si adattano al traffico senza abbagliare, escludendo dalla zona illuminata i veicoli che precedono e quelli che provengono dalla direzione opposta.

Parallelamente nei circuiti del Centro Prove di Dudenhofen, la vetture di pre-produzione, hanno percorso giri su giri mentre nel Laboratorio EMC di Rüsselsheim sono state sottoposte a numerosi test di laboratorio. Preciso, progressivo e diretto lo sterzo con servo assistenza variabile in funzione della velocità. Gli ammortizzatori reagiscono alla minima ondulazione del fondo stradale o al cambio di direzione. La carrozzeria è stata collaudata sul circuito ovale a velocità elevate per eliminare ondeggiamenti, vibrazioni o rumori fastidiosi. Verifica degli impianti elettronici della vettura ad eventuali disturbi elettromagnetici.

www.opel.it | @opelitalia

LEGGI ANCHE: UN’AUTO D’EPOCA, CHE FA ANCORA SOGNARE

About author

Gabriella Steffanini

Gabriella Steffanini

Cresciuta professionalmente nel mondo dell’editoria e della comunicazione, oggi, con il progetto Fourexcellences, ha concretizzato un sogno. Attrice per hobby, yogi nell’anima e sportiva per vocazione, è un mix di caos, silenzio, musica, generosità, amore, amicizia, favole, vecchio, moderno, tablet, pc, libri e parole, parole, parole… Cosa saremmo senza? Si occupa di marketing e di digital web.

No comments

locman orologi 2018

La genesi di un’idea geniale

Tutto ha inizio con una linea di cinturini in pelle per orologi… perché Marco Mantovani, fondatore della Locman, dopo il diploma affianca il padre nell’attività ...