Cesar. Visti al Fuorisalone 2019

0
cesar milano design week 2019

Una maggiore organizzazione consente una più ampia libertà. Un autentico must non solo in ambito professionale e personale ma anche domestico. E avere tutto a portata di mano, muoversi con disinvoltura tra i mobili è tanto più importante in cucina, oggi il luogo di maggior “traffico” della casa, dove, in compagnia, si preparano i cibi, si pranza, si conversa.

E cooking-dining-living è proprio il concept che ha ispirato Intarsio, The 50’s e Williamsburg. Una composizione firmata da Garcia Cumini per Cesar presentata durante la scorsa edizione della Design Week milanese nel flagship store dell’azienda in via Larga 23.

Più in dettaglio:
Intarsio. È un sistema attraverso il quale si è voluta spezzare la geometria delle ante. Scomporle nella percezione delle dimensioni ma soprattutto nel senso delle venature del legno. E per rispondere a chi desidera un design essenziale, Tratto è la maniglia pensata per Intarsio, caratterizzata da uno spessore delicato e ridotto al minimo. Ispirata all’essenzialità della linea e realizzata in estruso di alluminio in varie finiture, Tratto è la giusta soluzione se si preferisce il sistema maniglia rispetto ad altre prese o aperture.

The 50’s. È una reinterpretazione delle librerie degli anni Cinquanta. Un sistema che, grazie alle sue caratteristiche e proporzioni, rappresenta un elemento funzionale della cucina nel quale possono essere inseriti diversi moduli che integrano: forni, porta bicchieri, porta bottiglie, aree di contenimento chiuse e a giorno. La sua specificità le consente di essere inserita in qualsiasi punto dell’area giorno o di fungere da interparete.
I montanti sono in alluminio con illuminazione al loro interno; la luce permette di creare diverse atmosfere a seconda dell’intensità scelta esaltando inoltre la matericità della parete.

Williamsburg. È un’area di lavoro centrale, un bancone operativo che funge da catalizzatore nella composizione. Un oggetto capace di accogliere chi ama lavorare in cucina ma, all’occorrenza, sa diventare anche tavolo dove gustare il cibo in un’atmosfera di convivialità. Per ottenere questo risultato era necessario uno spazio posto sotto al piano di lavoro, libero da ingombri ma che venisse incontro alle necessità operative di chi vive la cucina. L’ingegneria meccanica dei ponti moderni, che visivamente hanno due strutture portanti ai margini e un elemento orizzontale sospeso che le congiunge, è stata d’ispirazione: trasmette sicurezza e solidità mantenendo, tuttavia, la leggerezza delle linee. È stata l’idea del ponte a suggerire il design del bancone, oltre a interpretare metaforicamente una visione di armonia e comunione all’interno delle case.

www.cesar.it | @cesarkitchens | #CesarKitchens | #CesarCucine

LEGGI ANCHE: ARCHITETTURA/ISALONI

About author

Laura Perna

Laura Perna

Dopo la laurea in filosofia conseguita presso l'Università Cattolica di Milano inizia il suo percorso professionale nell'area della comunicazione: uffici- stampa, relazioni pubbliche, editoria. Il suo rapporto con la scrittura è intenso e quotidiano. FourExcellences rappresenta un "punto e a capo", una svolta. È un'idea, poi un progetto che si trasforma in realtà day by day. È una dichiarazione d'indipendenza che condivide con le sue compagne di viaggio. È lo specchio di un mondo effervescente e creativo, la voce di infinite storie.

No comments

vitra rivestimenti ceramica 2017

VitrA. Anteprima Cersaie 2017

VitrA, marchio leader del gruppo turco Eczacıbaşı, oltre alla collezione di lavabi Outline (leggi l’Anteprima Cersaie 2017), sempre in occasione del prossimo Cersaie, arricchisce la ...