Il nuovo stile dello streetwear sartoriale

0

Danilo Paura, direttore creativo e titolare insieme a Cristian Mignaniello, Marco Paura ed Enrico Giacomelli di tre marchi streetwearPaura, Danilo Paura e Mirror – dopo alcune collaborazioni come quella con Superga, è stato scelto da Kappa per disegnare una capsule per la primavera-estate 2018.

Due mondi che si incontrano per dar vita a un nuovo mix sorprendente di capi iper-contemporanei in perfetto equilibrio tra streetwear e sartorialità, due universi che si contaminano e spesso si fondono.

Una storia di passione nata dalla riscoperta di un periodo molto caro al designer, i mitici 90’s, che lo avevano legato al mondo Kappa negli anni dell’adolescenza. Oggi, l’obiettivo dello stilista è esaltare l’anima del brand sportivo, in particolar modo la genialità e l’originalità della banda – ovvero l’iconica ripetizione del logo – che ha reso celebre il marchio.

Eccola quindi applicata su tessuti dal DNA meno sportivo come il denim o più couture come quelli sartoriali, su pantaloni e blazer dai tagli classici, su bomber in morbida pelle con lavorazioni all-over o attraverso ricami e rielaborazioni dei modelli classici.

Un nuovo progetto e una nuova estetica fortemente voluti da Lorenzo Boglione – Vice President for Sales del Gruppo BasicNet – che prosegue nel percorso di posizionamento e co-branding con vari stilisti d’avanguardia, tra cui Gosha Rubchinskiy, Marcelo Burlon, Opening Ceremony e tanti altri, fino ad arrivare a Danilo Paura. Dalliconica tuta in acetato il marchio torinese giunge così a conquistare i mercati più esigenti e rivoluziona la sua natura sportiva conquistando il podio del luxury streetwear.

LEGGI ANCHE: Sostenibilità, natura, cultura… per scarpe d’autore

About author

Lara Mazza

Lara Mazza

Agli studi scientifici ha preferito la filosofia, la scrittura, la fotografia e poi la comunicazione. Così, a forza di parlare per lavoro e scattare per diletto, sono passati un bel mucchietto di anni. Il tempo passa, la vita corre ma la passione resta. Se su due ruote o accompagnata da un quattro zampe meglio ancora.

No comments