Correre come respirare

Correre è molto utile. È un bene per le gambe e i piedi. È anche molto buona per la terra. La fa sentire necessaria. (Charles M. Schulz, fumettista statunitense)

Amo correre. È ormai una necessità. Come respirare o bere un sorso d’acqua. La corsa mi apre la mente, mi aiuta a fare chiarezza… è un’alternativa alla meditazione…

Per le appassionate del trail running – specialità della corsa a piedi su sentieri con fondi di asfalto limitati – l’azienda statunitense Columbia ha messo a punto, con la collezione Fall/Winter 2015, una serie di novità che soddisferanno tutte le esigenze e la qualità di ogni singola performance.

Si parte, appunto, dalla Performance Layer di Columbia: una seconda pelle. I puntini di Omni-Heat® thermal reflective mantengono il corpo caldo e asciutto, soprattutto nei punti che necessitano più calore e Omni-Wick® per permettere alla pelle di respirare. Il tessuto è elastico e scivola perfettamente sotto gli altri strati, consentendo la totale libertà di movimento.

La giacca impermeabile e traspirante Columbia Rainstormer, affronta i climi più umidi e le attività più dinamiche, grazie alla tecnologia Omni-Tech® con cuciture termosaldate, per permettere la traspirazione del sudore mantenendosi asciutti sia all’esterno che all’interno.

La caratteristica delle scarpe Ventfreak Outdry sono i fori nell’intersuola che permettono traspirabilità mantenendo la totale impermeabilità. Le suole sono state studiate per garantire la massima trazione.

www.columbiasportswear.it

LEGGI ANCHE: A PROPOSITO DI HELLY HANSEN

About author

Gabriella Steffanini

Gabriella Steffanini

Cresciuta professionalmente nel mondo dell’editoria e della comunicazione, oggi, con il progetto Fourexcellences, ha concretizzato un sogno. Attrice per hobby, yogi nell’anima e sportiva per vocazione, è un mix di caos, silenzio, musica, generosità, amore, amicizia, favole, vecchio, moderno, tablet, pc, libri e parole, parole, parole… Cosa saremmo senza? Si occupa di marketing e di digital web.

gerardo sacco gioielliere 2015

L’arte orafa va in scena

La vocazione significa avere per mestiere la propria passione (Stendhal) Saper fare bene le cose per il proprio piacere, per rispondere alla propria vocazione: plasmare, ...