Un dono per una buona causa

0
borsa Monogramm SARAGIUNTI Wall of Dolls Onlus

Wall of Dolls, nata nel 2014 come Associazione oggi Onlus è stata creata da Jo Squillo e Francesca Carollo a sostegno delle vittime sopravvissute al femminicidio e dei loro figli.

borsa Monogramm SARAGIUNTI Wall of Dolls Onlus

Nell’immagine da sinistra: Francesca Carollo, Jo Squillo, Sara Giunti e Parvinder Aoulakh alias Pinky.

Una donna su cinque ha subito violenze fisiche e sessuali. In Europa, 62 milioni di donne sono vittime di maltrattamenti fisici e psicologici (in Italia se ne contano più di 6 milioni). L’installazione meneghina, in via De Amicis 2, simbolo di denuncia Wall of Dolls=il Muro delle Bambole è ora presente anche a Roma, Venezia, Genova e Brescia, con l’apporto concreto, economico e psicologico, dell’associazione alle vittime.

Il 10 dicembre scorso la fashion designer Sara Giunti ha aperto la propria boutique di corso Matteotti per una serata-incontro con le fondatrici della Onlus Wall of Dolls, Jo Squillo e la giornalista Francesca Carollo, ospitando, tra gli altri, l’intervento di Parvinder Aoulakh, alias Pinky, sfuggita alla violenza del marito.

Per l’occasione, a sostegno della Onlus, e fino al 31 dicembre 2019 l’iconica borsa Monogramm SARAGIUNTI, nella versione color argento, è in vendita a un prezzo ridotto.

«Racconto le donne attraverso le mie borse», ci dice Sara Giunti, «La loro delicatezza, la loro forza e le mille sfaccettature le rendono degli esseri preziosi e poliedrici. Da donna mi sento anch’io di dover portare avanti questo importante processo di denuncia che rappresenta inoltre una delle tante prove dell’evoluzione culturale e dell’emancipazione femminile. Sono felice ed onorata di sostenere questa importante causa.»

Un dono prezioso per una causa altrettanto preziosa…

LEGGI ANCHE: BORSE… EFFETTO “WOW!”

About author

Gabriella Steffanini

Gabriella Steffanini

Cresciuta professionalmente nel mondo dell’editoria e della comunicazione, oggi, con il progetto Fourexcellences, ha concretizzato un sogno. Attrice per hobby, yogi nell’anima e sportiva per vocazione, è un mix di caos, silenzio, musica, generosità, amore, amicizia, favole, vecchio, moderno, tablet, pc, libri e parole, parole, parole… Cosa saremmo senza? Si occupa di marketing e di digital web.

No comments